piastrelle 3d atlasconcorde

Piastrelle 3d: idee per il bagno tridimensionali!

Bentornati!

Oggi vi parlo di una tendenza importante per quanto riguarda i rivestimenti innovativi: le piastrelle in 3d!

Sicuramente avete già avuto l’occasione di ammirare la bellezza di pareti con rilievi e motivi tattili. La loro caratteristica più accentuata è data dall’interazione con la luce, creando atmosfere meravigliose in molti ambienti della vostra casa.

Oggi però vorrei concentrarmi sulla stanza da bagno. La possibilità di avere molti punti luce, il contrasto con i sanitari con superficie liscia, l’ambiente più intimo e facilmente personalizzabile fanno del bagno la stanza perfetta per accogliere rivestimenti tridimensionali.

Ho pensato ad alcuni consigli per non incorrere in sovraffollamento di particolari e di forzature di stile,e  creare un bagno con dettagli in 3d elegante e raffinato.

Piastrelle 3D: meglio con colori neutri

Con le piastrelle tridimensionali, a giocare un ruolo importante nel creare armonia e comfort non sono solo i colori, i punti luce etc…

Si aggiunge un’ altra grande protagonista: la sensazione tattile. Per far risultare l’arredo piacevole e mai “pesante”  è quindi fondamentale agire con molta delicatezza sui colori. Consiglio l’utilizzo del bianco o comunque di tinte neutre che risaltino il riverbero della luce che accarezza i motivi delle piastrelle in 3d.

Ogni rilievo decanta il colore delle piastrelle in mille sfumature: esse sono le vere protagoniste del rivestimento tridimensionale che avete scelto.

 

piastrelle 3d colori neutri
Immagine: Atlasconcorde.com

 

Piastrelle 3d: non rivestite tutte le pareti

Proprio per l’impatto importante che hanno queste piastrelle sull’occhio e sulla sensazione tattile, credo che sia inutile e controproducente riempire tutte le superfici verticali di motivi tridimensionali.

Possiamo alternare nicchie decorate con piastrelle 3d a superfici lisce, cercando di non sovraccaricare il bagno e di mantenere l’effetto d’insieme piacevole e leggero.

Alternare il motivo materico con quello più neutro, concede al bagno un movimento percettivo che non stanca mai. Provare per credere!

piastrelle 3d come arredare
Immagine: Rifacciocasa.com

 

Piastrelle 3d: attenzione ai punti luce per esaltare la bellezza dei rivestimenti tridimensionali

I punti luce sono sempre da pianificare con infinita accuratezza, in ogni situazione e in ogni ambiente. Ma la scelta di rivestimenti di pregio, come le piastrelle in 3d, implica un’attenzione ancora maggiore. La luce deve accarezzare le forme esaltando la loro bellezza.

Via libera quindi alla retroilluminazione degli specchi e degli elementi sospesi con tecnologia LED e ai punti luce radente alle pareti. Questo tipo di illuminazione che “scorre” sulle superfici verticali è perfetta per risaltare le ceramiche con motivi a tre dimensioni.

piastrelle 3d colori neutri
Immagine: Rifacciocasa.com

 

piatrelle 3d punti luce
Immagine: Rifacciocasa.com

 

Dettagli orizzontali, verticali o concentrici: ad ogni dimensione del bagno il suo motivo!

La scelta del motivo tridimensionale delle piastrelle 3d non può essere liberamente collegata al nostro gusto. Dobbiamo fare i conti con la dimensione del bagno che andiamo a far rivestire.

Ricordiamo che i motivi orizzontali allungano lo sguardo, e sono perfetti per bagni piccoli. Quelli verticali, al contrario, vanno bene per bagni dal solaio non troppo alto. I motivi concentrici o circolari sono i più delicati da collocare, e sono più impattanti all’occhio. Consiglio di limitare questa tipologia a superfici verticali più piccole, magari destinate ad un retro lavabo o a un box doccia. Su grandi dimensioni potrebbero risultare prepotenti.

 

piastrelle 3d atlasconcorde
Immagine: Atlasconcorde.com

 

piastrelle 3d motivo orizzontale
Immagine: Atlasconcorde.com

 

piastrelle 3d motivo circolare
Immagine: Bagnidalmondo.com

 

Io adoro le piastrelle tridimensionali: e a voi? Piacciono quanto a me?

Fatemi sapere! 😉

Piastrelle 3d: idee per il bagno tridimensionali! ultima modifica: 2017-10-04T12:35:25+00:00 da Lara Badioli
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *